T.A.Z:

Benefit per le spese legali di alcuni antifascisti inguaiati

Luogo: Nei dintorni di Verona

 

“Non c’è mondo al di fuori delle mura di Verona”

Ai turisti viene raccontato con orgoglio, citando Shakespeare, che non esiste mondo al di fuori delle mura di Verona. La stessa citazione piace molto anche ai giornalisti, impegnati a gonfiare di identità e amor proprio tutto ciò che viene partorito da imprenditori e padroni. Persino la curva dell’Hellas, fiera portatrice di valori identitari, razzisti, macisti e autoritari, non s’è risparmiata lo striscione con le parole pronunciate da Romeo.

Ci chiediamo, a questo punto, a quale mondo facciano riferimento tutti questi figuri.

Tra le mura di Verona ci sono ordinanze antibivacco, polizie e forze armate ovunque, covi fascisti, imprenditori amici del sindaco, spedizioni punitive contro gli immigrati, milioni di telecamere, parchi chiusi e piazze vuote.
Tra le mura di Verona c’è quel mondo dove chiunque prova o abbia provato ad auto organizzarsi le sue giornate, il suo divertimento o la sua vita, è sempre stato duramente represso e ostacolato.

Se questo è il mondo di cui parlano vogliamo considerarci banditi e liberare degli spazi, creando situazioni che vadano contro un’esistenza costretta da logiche di consumo e profitto.

Porta e condividi ciò che vuoi, durante la serata ci sarà comunque da bere e da mangiare per coprire le spese legali di alcune persone che sono state accusate di aver agito in prima persona contro fascisti.